La Strada del Vino Cesanese come strumento di engagement per valorizzare il territorio: è possibile creare una buona strategia di marketing locale e promuovere il proprio comune?

Creare un progetto di comunicazione per valorizzare tutte le particolarità di un’area geografica significa costruire un percorso che racconti la storia legata alla terra, alle tradizioni e alle realtà che le vivono: aziende, imprese, cittadini e istituzioni legati dall’identità espressa nelle tradizioni e nella storia del territorio.

Indovinare la formula giusta non è facile. Il territorio diventa un brand di valore i Comuni d’Italia possono promuovere grazie alla digitalizzazione e all’identificazione dei punti forti e delle caratteristiche principali del territorio.

Vuoi scoprire come poter promuovere un territorio e valorizzarlo al meglio? Continua a leggere l’articolo!

Valorizzazione territorio: che cos’è il marketing territoriale?

Il marketing territoriale è diventato un elemento fondamentale per lo sviluppo turistico di una località, e permette di identificare, valorizzare e diffondere le caratteristiche che rendono un luogo unico nel suo genere. Tramite un’offerta turistica accattivante, gli strumenti giusti e uno storytelling coinvolgente, si può creare un percorso comunicativo di cui beneficeranno tutte le realtà locali. Il marketing territoriale arriva dunque ad essere una vera e propria disciplina, che viene presa sempre più in considerazione da piccole e grandi località, comuni e province.

Attività, progetti e programmi per generare valore

Esso si compone di diverse attività, progetti e programmi che rappresentano un sistema in grado di generare valore per i diversi attori e creare appeal verso le realtà esterne (turisti, istituzioni). Queste attività possono essere scandite in alcuni step:

  • individuare elementi di unicità del territorio per competere e creare differenza; questa prima fase presuppone un’analisi dettagliata sia del mercato di riferimento, sia del territorio che dev’essere valorizzato;
  • la creazione di esperienze di turismo e di acquisto;
  • creazione di un percorso di promozione che comprenda gli strumenti del web (social media e sponsorizzazioni, un sito internet che crei appeal), canali offline (collaborazioni con tv, riviste e realizzazione di materiale grafico) e l’organizzazione di eventi, appuntamenti e occasioni di incontro per la comunità;
  • creazione di una sinergia collaborativa fra pubblico e privato, ovvero creare network ‘strategici’ tra il settore pubblico, rappresentato dagli enti, e quello privato, nel quale rientrano tutte le strutture che offrono servizi ricettivi ai turisti.

Tutti questi elementi sono utili per creare quello che viene chiamato turismo esperienziale.

strada del vino

Nuovi modi di viaggiare: il turismo esperienziale

Il mercato del turismo attuale, o forse sarebbe meglio dire la domanda turistica, tende verso un nuovo concetto di viaggio, definito ‘turismo esperienziale’.

Viaggiatori, turisti e visitatori si spostano per diversi motivi: passione, cultura, divertimento. Cercano occasioni ed esperienze che spesso vanno al di là dell’offerta turistica classica, con pacchetti standardizzati o itinerari famosi; i nuovi turisti desiderano vivere l’anima vera del territorio, desidera apprendere e vivere la cultura del luogo e toccarne con mano le tradizioni. Il marketing territoriale deve dunque tenere conto anche dell’emozione che suscita nell’altro ovvero colui che viaggia per svago, per passione o per cultura, sembra essere stanco dei tradizionali pacchetti standardizzati e dei classici itinerari ‘turistici’. In altre parole vuole vivere esperienze uniche, diverse, emozionali e memorabili.

Ecco perché il marketing territoriale non può non prendere in considerazione trend che caratterizza un segmento sempre più ampio di viaggiatori/turisti.

La Strada del Vino Cesanese: esempio di strumento di sviluppo eno-turistico del territorio

La partnership con Anci Lazio ci ha dato l’occasione di visitare le più belle località della Regione, scoprendo meraviglie conservate nella storia e nelle tradizioni dei piccoli comuni laziali

Le telecamere di Everyday News e nel corso della realizzazione di interviste e speciali per il Tg dei Comuni abbiamo potuto attraversare la  splendida terra della Ciociaria, in cui si dipana la Strada del Vino Cesanese, un itinerario dedicato interamente alla produzione e alla valorizzazione del Vino Cesanese del Piglio DOC e Cesanese d’Affile DOCG: Anagni, Acuto, Piglio, Serrone, Paliano, fino ad Affile nella provincia di Roma.

L’Associazione Strada del Vino Cesanese è nata proprio con il proposito di valorizzare la conoscenza attorno a questo straordinario prodotto, figlio delle preziose vigne del territorio, e di sensibilizzare anche il settore vitivinicolo sulla sua storia e la sua importanza. Tra i suoi obiettivi, vi è la creazione di itinerari tematici dedicate al Cesanese e la promozione di attività legate al turismo enogastronomico, per esperti e consumatori. La conoscenza del vino si intreccia perfettamente con quella del territorio, della sua storia e della bellezza del suo verde.

Enjoy the Cesanese: il consumatore che diventa esperto

Enjoy the Cesanese è una manifestazione promossa proprio dall’Associazione Strada del Vino Cesanese ed è un esempio calzante e perfetto di marketing e turismo esperienziale.
L’attività consiste nell’offrire ai consumatori un’esperienza simile a quella dei grandi esperti degustatori di vino: viene fornita una scheda di valutazione e, dopo l’acquisto del vino dalle realtà locali, i partecipanti compilano la scheda secondo una propria personale valutazione.

Viene in parallelo pubblicizzato il “mese del vino cesanese” che propone la vendita di vino nelle enoteche o nei ristoranti, e che illustra nel frattempo le regole della gara Enjoy Cesanese.

Le etichette vengono poi successivamente sottoposte ai sommelier esperti e le valutano senza poterle riconoscere con gli occhi. Il consumatore che ha partecipato il gioco e che ha comunicato per primo il risultato che più si avvicina a quello degli esperti riceve dall’associazione Strada del Vino cesanese un premio ambitissimo: una cassa di bottiglie della stessa etichetta che ha degustato.

Perché Enjoy the Cesanese è un esempio di buon marketing locale?

  • crea un’esperienza: i partecipanti alla gara hanno l’occasione di comportarsi come dei sommelier, calandosi nei panni di esperti del settore con l’opportunità di degustare un vino premiato;
  • è realizzato grazie alla sinergia fra realtà locali: attraverso il mese del vino cesanese e il coinvolgimento delle attività commerciali nella vendita del vino, si contribuisce a consolidare la tradizione e la consapevolezza del valore questo prodotto tipico.

Se cerchi supporto per promuovere il tuo Comune, richiedici una consulenza gratuita. 

Richiedi una consulenza gratuita