Acquisti spesso da siti di shopping online o hai un e-commerce?

Forse non lo sai ma in entrambi i casi si preannunciano importanti novità in arrivo.

Al fine di tutelare al meglio i consumatori che fanno acquisti on line, l’Unione Europea ha emanato una direttiva per evitare furti e truffe nei pagamenti online a cui tutti coloro che vendono o acquistano sul web dovranno adeguarsi.

Vediamo insieme nel dettaglio di che cosa si tratta.

Acquisti online sicuri: arriva l’Autenticazione a due fattori

Dal 14 settembre 2019 entrerà in vigore in tutti i mercati dell’eurozona la Strong Customer Authentication (SCA) prevista dalla direttiva PSD2 (Payment Services Directive) dell’11 dicembre 2017 e recepita dall’Italia con decreto legislativo del 13 gennaio 2018.

Tra le novità mi significative riportate dal testo c’è l’Autenticazione a due fattori. Essa consiste in è un codice di accesso aggiuntivo per un account, una sorta di seconda linea di difesa per le informazioni sensibili.

L’idea di base che sta dietro a questa pratica è che la semplice password non sia in grado di garantire la sicurezza di un account.

Quindi, per comprare su internet non sarà più sufficiente inserire le proprie username e password e riportare i dati della propria carta (numero, codice CVV e data di scadenza), perché secondo l’Autorità bancaria europea una singola password non è sufficiente per evitare visto il rischio di vedersela sottratta nei modi più disparati.

Per verificare la propria identità e portare a termine un pagamento gli utenti dovranno pertanto fornire almeno due fattori su tre previsti (2-Factors Authentication o 2FA):

  • un’informazione nota solo al cliente (ad esempio: password, PIN, domanda segreta di sicurezza)

  • un oggetto fisico posseduto solo dal cliente (ovvero un codice inviato su uno smartphone, un token o una smart card)

  • una caratteristica fisica (ossia un’ impronta digitale o il riconoscimento facciale o vocale)

Oltre ad una maggior tutela e garanzia di sicurezza, la conseguenza più diretta per i consumatori sarà un forte aumento dell’utilizzo di sistemi di riconoscimento biometrico, già presenti su moltissimi smartphone e PC.

“L’uso di password per autenticare gli utenti è terribilmente obsoleto, è molto più facile autenticarsi con un sistema biometrico, oltre che più sicuro”.

Così Ajm Bhalla, Presidente di Global Enterprise Risk and Security di Mastercard.

Non a caso l’azienda è fra le prime a recepire la nuova normativa PSD2, i cui requisiti SCA sono già attivi da aprile 2019.

Direttiva SCA: quali sono le conseguenze per i negozi online che non si adeguano?

A decorrere dal 14 settembre gli e-commerce dovranno forzatamente adeguarsi alla direttiva europea PSD2, attivando le soluzioni già proposte da servizi come PayPal, Amazon e Google.

Tutti i pagamenti che non saranno conformi all’autenticazione SCA dovranno essere rifiutati dall’istituto bancario del cliente.

Per i consumatori la diretta conseguenza è che ci sarà un rapido aumento nell’uso dei sistemi di riconoscimento biometrico.

Ad oggi, il problema riguarderà gli operatori degli e-commerce, tutt’altro che pronti ad accogliere l’iniziativa.

Un recente sondaggio condotto da Mastercard, dipinge un quadro desolante della situazione. Secondo i dati, infatti:

solo il 14% dei commercianti esaminati è attualmente in regola con la direttiva.
il 28% prevede di mettersi in regola entro settembre.

Ma quello che lascia sgomenti è che solo il 25% dei commercianti online intervistati per il sondaggio conosce già l’autenticazione a due fattori, e una grossa percentuale degli intervistati, il 24%, dichiara che non si adeguerà alle nuove regole.

Hai un negozio online? Comincia a dotarti fin da ora del Sistema di Autenticazione a due fattori!

Un recente sondaggio condotto da Mastercard, dipinge un quadro desolante della situazione. Secondo i dati, infatti:

solo il 14% dei commercianti esaminati è attualmente in regola con la direttiva.
il 28% prevede di mettersi in regola entro settembre.

Ma quello che lascia sgomenti è che solo il 25% dei commercianti online intervistati per il sondaggio conosce già l’autenticazione a due fattori, e una grossa percentuale degli intervistati, il 24%, dichiara che non si adeguerà alle nuove regole.

Hai un negozio online? Comincia a dotarti fin da ora del Sistema di Autenticazione a due fattori!

Contattaci ora per saperne di più!