Qual è l’andamento del Marketing e Pubblicità nel 2018? Il mercato degli investimenti pubblicitari in Italia chiude il mese di maggio in negativo a -1,8%, un trend negativo che conferma il calo registrato nei primi 5 mesi.

Questi i dati registrati da Nielsenazienda globale di misurazione e analisi dati che fornisce la più completa e affidabile visione al mondo sui consumatori e sui mercati.

“I numeri di questi primi due mesi dell’anno confermano una certa prudenza da parte degli investitori, seppur il trend sia in terreno positivo. L’andamento di febbraio, mese precedente a una tornata elettorale dall’esito incerto, è in leggera crescita, ma il clima di insicurezza ha sicuramente inciso sulla frenata registrata rispetto a gennaio, quando il mercato aveva chiuso a +2,6%”. spiega Alberto Dal Sasso, AIS Managing Director di Nielsen.

I numeri del Digital Marketing Pubblicitario

Relativamente ai singoli mezzi, la TV cala nel singolo mese del -4,8% e chiude i primi 5 mesi del 2018 a -1%.

Sempre in negativo i quotidiani, che a maggio perdono il -8,3%, consolidando il periodo cumulato gennaio-maggio a -7,9%. Stesso andamento per i periodici, sia nel singolo mese che per i primi cinque mesi del 2018, con cali rispettivamente del -6,3% e -8,6%.

Mese di maggio negativo anche per la radio (-2,5%) seppur l’andamento del periodo cumulato rimanga positivo, a +6,8%.

Il quadro della situazione della Pubblicità in Italia nel 2018 descritto finora potrebbe risultare difficile, a tratti catastrofico. In realtà il trend negativo non ha investito tutti i media.

In decisa controtendenza i digital media: sulla base delle stime realizzate da Nielsen, la raccolta dell’intero universo del Web advertising nei primi cinque mesi dell’anno chiude in positivo a +7,6% (+2,1% se si escludono il search e il social).

I dati parlano chiaro: senza l’apporto di Google e Facebook il mercato italiano della pubblicità non sarebbe registrerebbe un calo superiore al 2% (circa 2 miliardi di euro in meno).

Non perdere l’opportunità di investire nell’Advertising Online, contattaci per la tua Campagna di Web Marketing efficace.

Marketing e Pubblicità: alla svolta Digital

Il trend italiano si attesta ormai sui dati internazionali relativi agli investimenti pubblicitari.

Già nel 2017, infatti, la spesa pubblicitaria mondiale sui media digitali ha superato per la prima volta quella su TV. Ad oggi, si stima un ulteriore crescita della pubblicità digitale nel mercato italiano con un + 12% e raggiunge la quota di 2,65 miliardi di euro. A spingere in alto l’asticella sono soprattutto gli investimenti in social advertising, cui attenzione particolare va rivolta ai contenuti video che la fanno da padrone, pesando ormai quasi la metà del totale su queste piattaforme.

A portare i grandi numeri sono sempre i giganti digital internazionali, Google e Facebook, avvantaggiati dalla moltitudine di informazioni sui loro utenti di cui possono disporre nonché le larghe fette di audience che potenzialmente possono raggiungere.

Per quanto riguarda i formati pubblicitari, con un peso pari al 60% dell’intero settore e un valore di circa 1,6 miliardi, si attesta al primo posto la display advertising, registrando una crescita del 17% rispetto al 2016. Segue la search, con il 29% sul totale. A meritare un occhio di riguardo, infine, è il settore del programmatic advertising, in crescita in questi anni, con una percentuale nell’intero settore del 15% e un valore di circa 400 milioni di euro, spinto soprattutto dal successo degli spazi video che dal 2017 la fanno da padroni nel mercato e si confermano come uno dei principali trend del 2018.

Digital Marketing pubblicitario: il primato dei Video

Già nel 2017 era stato stimato che un terzo degli investimenti effettuati in Italia per la pubblicità era dedicato all’Internet advertising. A confermarsi dominatori incontrastati dello scenario advertising sono i contenuti video, che solo nel 2016 si attestava intorno al 22% del totale internet advertising. I video rappresentano il formato che è cresciuto di più in valore assoluto, rappresentando ad oggi oltre un quarto del totale Internet.

Questo gigantesco boom è da associare a due fattori fondamentali:

  • La proliferazione di nuovi formati e piattaforme di trasmissione video, che ne aumentano la semplicità e la rapidità sia in termini di fruizione che di creazione: si pensi alla nuova IGTV, la TV lanciata dalla famosissima piattaforma di Instagram (se ancora non sai di cosa stiamo parlando ti consigliamo di scoprire tutte le novità social 2018 che devi assolutamente seguire)
  • L’inarrestabile trend di condivisione di contenuti video sui social network, una tendenza che ha preso piede anche nel mercato aziendale, dove molte aziende stanno investendo sempre più in video marketing.

Il mobile ormai raccoglie un terzo del mercato pubblicitario digitale italiano, trend che segue le preferenze dell’audience: sono sempre di più infatti le persone che utilizzano internet attraverso i loro dispositivi mobile.

Nel 2017 per esempio è stata registrata una crescita degli acquisti online da smartphone. Si stimavano esattamente 31,7 milioni di italiani che per fare acquisti accedevano ad internet, sia per lo shopping online che per reperire informazioni, confrontare prezzi, trovare negozi ed offerte ecc. il 70% di loro tramite smartphone.

I dati del Mercato pubblicitario in Italia parlano chiaro: se gli investimenti nei media tradizionali diminuiscono, cresce il peso del digital marketing pubblicitario, il quale rappresenta il futuro della pubblicità.

Anche tu vuoi investire nel Web Advertising, sfruttando un mercato? Affidati a dei professionisti, contattaci ora!