Tutti proviamo a scalare la Serp di Google. Chi possiede un sito web lo sa, trovarsi in prima pagina su Google è importantissimo, fa gola a chiunque, perché classificarsi tra i primi risultati di ricerca aumenta le possibilità di essere visitato rispetto ai competitors. Per questo utilizzare le giuste tecniche SEO è fondamentale. Ma non tutti sanno come fare.
Non molti sanno, infatti, che il successo di un sito web dipende in gran parte dal suo posizionamento sui motori di ricerca, primo fra tutti Google.

 Come Scalare la Serp di Google

Ogni volta che scrivete una parola chiave (keyword) sul motore di ricerca, Google analizza e seleziona tutte le pagine e i siti internet contenenti risultati che possano soddisfare la vostra ricerca; questi risultati saranno ordinati sulla base dell’algoritmo di Google, restituendovi la Serp, ossia la pagina dei risultati.
Per poter ottenere il posizionamento migliore sui motori di ricerca, è necessario ottimizzare il proprio sito web e ciò è possibile attraverso l’utilizzo della SEO (Search Engine Optimization), strumento fondamentale dal quale non si può prescindere se si vuole affermare il proprio sito nella rete. La SEO infatti rappresenta l’insieme di tutte le tecniche e strategie per scalare la Serp di Google.

Vuoi emergere dal mucchio, differenziarti ed arrivare in cima? In questo articolo ti illustreremo 6 tecniche SEO base per scalare la Serp di Google e avere più visibilità per il tuo sito web.

 1. I Contenuti Prima di Tutto

L’ottimizzazione per i motori di ricerca consiste fondamentalmente nel presentare il proprio sito nel miglior modo possibile tenendo conto della sua visibilità nei motori stessi, ma ricorda che i tuoi clienti finali sono gli utenti, non i motori di ricerca. (Google, Search Engine Optimization Starter Guide).
Ad usare il web sono le persone. Creare contenuti di valore per gli utenti è il primo passo verso una buona indicizzazione del tuo sito web. Questo perché l’algoritmo di Google predilige quei siti che offrono i migliori contenuti in base alle ricerche degli utenti. Sono proprio questi a generare traffico su un sito web piuttosto che su un altro; maggiore è il numero dei tuoi contenuti, maggiore sarà la tua presenza sul web e quindi la probabilità che il tuo sito sia visitato.
Crea contenuti originali: Google infatti, è in grado di valutare le singole pagine del tuo sito, individuando la frequenza con cui utilizzi le parole chiave e l’originalità ed è sulla base di questi dati che assegna un “punteggio” determinando così il tuo posizionamento nella Serp.

Concentrati quindi sul tuo pubblico e crea contenuti che possano essere di valore per il tuo target, scrivi contenuti esaustivi, non essere superficiale e segui questi consigli:

• Crea landing page funzionali e belle da vedere;
Ottimizza i link interni;
• Crea contenuti per gli utenti e non per i motori di ricerca: pensa a quelle che potrebbero essere le ricerche del tuo pubblico e anticipalo fornendogli già i contenuti che stanno cercando;
• Crea contenuti SEO oriented performanti, coinvolgenti e utili agli utenti, in modo che possano fornire risposte alle loro domande;
• Ricorda che i testi devono essere semplici da leggere, ma non superficiali;
• Utilizza i tag heading in maniera appropriata;
• Utilizza immagini, video, gif, foto, per arricchire il tuo sito.

Più un sito è interessante più traffico di utenti avrà.

2. Presta Attenzione alla Struttura del Tuo Sito con una Sitemap Efficace

La sitemap è la mappa (o struttura) del tuo sito web. La navigabilità di un sito è il secondo elemento fondamentale per il successo dello stesso. La velocità di navigazione, infatti, permette agli utenti di trovare più facilmente gli argomenti che stavano cercando, aumentando le possibilità che restino a navigare sul sito. Inoltre, aiuta i motori di ricerca a trovare facilmente i tuoi contenuti e indicizzarli. Organizzare il sito web, partendo dalla homepage con testi generici per poi svilupparli in modo più specifico all’interno delle varie pagine favorirà la permanenza degli utenti sullo stesso. Infine, migliora la struttura dei tuoi URL per aiutare i motori di ricerca a effettuare la scansione dei contenuti: cerca di evitare URL troppo lunghi o complicati e privilegia invece URL brevi, costituiti da poche parole riconoscibili per coloro che vogliono linkare ciò che hai pubblicato.

3. Non Sottovalutare i Tag Title

Un’altra tecnica SEO base per scalare la Serp di Google. Utilizza titoli di pagina accurati e che comunichino gli argomenti della pagina utilizzando i tag title; evita di usare titoli che non siano relazionati ai tuoi contenuti e abbina ad ogni titolo un tag title differente, non utilizzare un singolo tag title per tutte le pagine. Infine, crea sempre titoli brevi ma efficaci.

4. Concentrati sulle Keyword

Prima regola: se vuoi scalare la Serp di Google, le parole chiave del tuo sito dovranno essere pertinenti con ciò che offri.
Seconda regola: non cadere nel tranello del keyword stuffing! Inserire un numero eccessivo di keyword comporta soltanto una penalizzazione da parte di Google; lo abbiamo già detto in precedenza, l’algoritmo di Google opera a favore degli utenti e scopre chi bara.
Cerca piuttosto di concentrarti su parole chiave specifiche, di nicchia, le cosiddette long tail (coda lunga) per farti spazio nella Serp. Questo perché le keyword a coda lunga essendo più specifiche sono anche meno competitive: ti consentiranno di raggiungere un pubblico con intenzioni specifiche e quindi più interessato al servizio che offri.

5. Promuovi il Tuo Sito Web nel Modo Giusto

I tuoi contenuti per poter scalare la Serp di Google devono essere pubblicizzati e condivisi online! Aumentare la visibilità della tua azienda online è possibile: uno strumento efficace è il blog. Avere un blog ti consentirà di produrre costantemente contenuti nuovi e aggiornati, in linea con i gusti e le richieste della rete. Contenuti che faranno di certo scalare la Serp di Google al tuo sito web!
Una promozione efficace del tuo sito, infatti, lo aiuterà a renderlo rintracciabile da parte degli utenti e di coloro che sono interessati all’argomento.

6. Rendi il Tuo Sito “Mobile Friendly”

Non dimenticare mai che oggigiorno la maggior parte degli utenti naviga su internet tramite smartphone. Un’ottima tecnica SEO per ottimizzare il tuo sito è configurarlo per i cellulari. I siti per mobile richiedono un formato differente rispetto a quello per desktop.

La SEO è un’attività in continua evoluzione, perché inevitabilmente legata alle continue modifiche dell’algoritmo di Google. Per questo è fondamentale essere costantemente aggiornati sulle novità Seo ed affidarsi a dei professionisti.

Contattaci, ti aiuteremo a scalare la Serp di Google.