Come si fa un Piano marketing: la tua strategia di successo in tre passi

Come creare un piano marketing di successo? 
La risposta sembra quasi scontata, soprattutto per chi gestisce un’azienda. In realtà non lo è affatto. È fondamentale riservare la giusta attenzione alla definizione del piano di marketing.

Quest’ultimo, infatti è lo strumento che ti aiuterà a gettare le fondamenta per una nuova attività o il lancio sul mercato di un prodotto/servizio: al suo interno potrai elaborare un modello strategico, identificare il pubblico a cui rivolgerti e predisporre tutti gli elementi chiave per conquistare la giusta visibilità e ottenere il successo.

Cos’è il piano marketing

Il piano strategico marketing è un strumento organizzativo che coinvolge tutte le attività di marketing atte a instaurare e mantenere i rapporti tra l’azienda ed il mercato e, dunque, tra le fasi di pre-vendita e le fasi di vendita e post-vendita del prodotto o servizio.

Creare un modello piano  marketing è un’attività fondamentale al fine di articolare il proprio lavoro in poco tempo e senza problemi.

Ecco come procedere:

#1 Analisi degli obiettivi

In una fase preliminare occorre individuare l’oggetto sul quale svilupparlo, il quale può essere rappresentato da un prodotto, un’attività o un servizio erogato da un’azienda; provando a immedesimarsi nel cliente e considerare l’oggetto come bisogno.

A partire dalle caratteristiche che lo contraddistinguono, è importante determinare in quale segmento di mercato andrà a posizionarsi e quale valore aggiunto può offrire rispetto a ciò che già esiste.

Crea un identikit approfondito del target, ovvero il pubblico a cui la tua iniziativa si rivolge (età anagrafica, interessi, area geografica…): si tratta di dati fondamentali per studiare in seguito iniziative pubblicitarie sui canali più appropriati e comprendere come diventare una risorsa percepita come utile da quelle persone.

Per individuare l’utente ideale, puoi aiutarti sia con i Trend Social che con gli Istituti di ricerca (ad esempio l’Istat). Questo tipo di studio si basa sul concetto di Customer Jorney, il percorso che compie il consumatore, dal primo approccio con l’azienda (sia online che offline e all’interno dei diversi canali), fino allo step finale che è quello dell’acquisto.

Ultima ma senz’altro prima per importanza la definizione degli obiettivi: mission aziendale, budget di spesa a disposizione, proiezioni sul fatturato sono aspetti da definire sin da subito, per poter orientare le scelte strategiche successive al fine del loro raggiungimento.

È fondamentale che gli obiettivi del piano marketing siano specifici, realistici e soprattutto associati ad una serie di date ”checkpoint” per poterne monitorare il raggiungimento.

#2 Elaborazione delle strategie

Si tratta del momento centrale nella costruzione del piano marketing, in cui si definisce l’immagine dell’azienda o del prodotto attraverso un linguaggio specifico e un messaggio da trasmettere.
Per prima cosa dovrai creare un’identità grafica (nome, logo, slogan…). In questo modo si verrà a creare un’associazione prodotto-immagini grazie alla quale ogni inserzione pubblicitaria richiamerà immediatamente alla mente il tuo brand commerciale.

Ti consigliamo di rivolgerti a dei professionisti del settore: contattaci per maggiori informazioni!

Per rendere più efficace la presenza sul web, prendi in seria considerazione la possibilità di costruire un’efficace social media strategy tramite i canali più appropriati a seconda del target da raggiungere e soprattutto le varie soluzioni disponibili per le iniziative pubblicitarie.

Fare un uso oculato della pubblicità sarà fondamentale per la buona riuscita: mantieni un occhio rivolto al budget ma non giocare troppo al risparmio: gli annunci all’inizio sono il miglior modo per uscire dall’anonimato e farsi conoscere.

 

#3 Ottimizzazione dei risultati

Di certo l’attività di marketing non si conclude con l’attivazione dei canali e il lancio sul mercato; al contrario da questo momento in poi inizia una fase di attenta analisi dei punti di forza e debolezza di quanto elaborato per progettare misure di implementazione.

Per questo scopo potranno tornarti particolarmente utili strumenti come Google Analytics, che consentono di acquisire dati sulle interazioni dei clienti con i tuoi servizi online, per ricostruire il cosiddetto buyer’s journey, ovvero il percorso seguito attraverso le pagine del sito.

Concentrati sulla misurazione oggettiva dei risultati ottenuti attraverso tempi e valori economici quantificabili. In questo modo ti sarà possibile costruire un sistema di priorità per orientare ogni scelta strategica al raggiungimento degli obiettivi e la tua attività sarà lanciata sulla strada del successo.

Pronto per il tuo piano di marketing efficace? Contattaci ora!

2018-11-29T16:06:29+00:0029 novembre, 2018|Marketing|